{gspeech style=1 language=it autoplay=1 speechtimeout=0 registered=2

Ragazzi

Tutto quello che potete volere per i vostri ragazzi

Grest2022 De Sidus


Per info contattare:
- Paola 333 8687583 
Andrea 348 9964950

Modalità di ISCRIZIONE:

Compilare i moduli e inviare all'email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. copie dei moduli + ricevuta di bonifico (utilizzare l'IBAN della parrocchia nella quale di desideri iscrivere il proprio figlio/a)

Modalità di pagamento:

- online tramite bonifico bancario (preferibile)

      Intestatario: Parrocchia della Natività della beata vergine Maria alla Mandria
      IBAN: IT08Y0872812105000000247333
      Causale: Nome Cognome Grest settimana dal .... al ....

- in contanti nei giorni antecedenti all'apertura del Grest ( data da destinarsi )

 

 

 Modulistica:

 

Pin It

colla2022In questo cammino 2022 verso la Pasqua si cercherà di far fare ai ragazzi ed adulti, esperienza della scuola come luogo di formazione, contrasto all’emergenza educativa all’abbandono scolastico, ambiente d’inclusione sociale
Come ultima finalità raccoglieremo fondi per una borsa studio per un ragazzo/a della nostra comunità, intitolata a Bruno Bianchi per il collegio internazionale Gregorianum https://lnx.gregorianum.it

LEGGIAMO ED ASCOLTIAMO
Dal Vangelo secondo Luca (estratto)
Vedendo Gesù, Erode si rallegrò molto. Da molto tempo infatti desiderava vederlo, per averne sentito parlare, e sperava di vedere qualche miracolo fatto da lui. Lo interrogò, facendogli molte domande, ma egli non gli rispose nulla. Erano presenti anche i capi dei sacerdoti e gli scribi, e insistevano nell’accusarlo. Allora anche Erode, con i suoi soldati, lo insultò, si fece beffe di lui, gli mise addosso una splendida veste e lo rimandò a Pilato. In quel giorno Erode e Pilato diventarono amici tra loro; prima infatti tra loro vi era stata inimicizia.
Pilato, riuniti i capi dei sacerdoti, le autorità e il popolo, disse loro: «Mi avete portato quest’uomo come agitatore del popolo. Ecco, io l’ho esaminato davanti a voi, ma non ho trovato in quest’uomo nessuna delle colpe di cui lo accusate; e neanche Erode: infatti ce l’ha rimandato. Ecco, egli non ha fatto nulla che meriti la morte. Perciò, dopo averlo punito, lo rimetterò in libertà». Ma essi si misero a gridare tutti insieme: «Togli di mezzo costui! Rimettici in libertà Barabba!». Questi era stato messo in prigione per una rivolta, scoppiata in città, e per omicidio. Pilato parlò loro di nuovo, perché voleva rimettere in libertà Gesù. Ma essi urlavano: «Crocifiggilo! Crocifiggilo!». Ed egli, per la terza volta, disse loro: «Ma che male ha fatto costui? Non ho trovato in lui nulla che meriti la morte. Dunque, lo punirò e lo rimetterò in libertà». Essi però insistevano a gran voce, chiedendo che venisse crocifisso, e le loro grida crescevano. Pilato allora decise che la loro richiesta venisse eseguita. Rimise in libertà colui che era stato messo in prigione per rivolta e omicidio, e che essi richiedevano, e consegnò Gesù al loro volere.
Quando giunsero sul luogo chiamato Cranio, vi crocifissero lui e i malfattori, uno a destra e l’altro a sinistra. Gesù diceva: «Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno».
Poi dividendo le sue vesti, le tirarono a sorte.
Era già verso mezzogiorno e si fece buio su tutta la terra fino alle tre del pomeriggio, perché il sole si era eclissato. Il velo del tempio si squarciò a metà. Gesù, gridando a gran voce, disse: «Padre, nelle tue mani consegno il mio spirito». Detto questo, spirò.

COSTRUIAMO
- Ricevi la la colla e l’adesivo da colorare e da incollare al portapenne da decorare a piacere con l’aiuto del disegno.
- Fai una preghiera in famiglia con i tuoi genitori.

Pin It

pennarello2022In questo cammino 2022 verso la Pasqua si cercherà di far fare ai ragazzi ed adulti, esperienza della scuola come luogo di formazione, contrasto all’emergenza educativa all’abbandono scolastico, ambiente d’inclusione sociale
Come ultima finalità raccoglieremo fondi per una borsa studio per un ragazzo/a della nostra comunità, intitolata a Bruno Bianchi per il collegio internazionale Gregorianum https://lnx.gregorianum.it

LEGGIAMO ED ASCOLTIAMO
Dal Vangelo secondo Luca
Allora gli scribi e i farisei gli condussero una donna sorpresa in adulterio, la posero in mezzo e gli dissero: «Maestro, questa donna è stata sorpresa in flagrante adulterio. Ora Mosè, nella Legge, ci ha comandato di lapidare donne come questa. Tu che ne dici?». Dicevano questo per metterlo alla prova e per avere motivo di accusarlo. Ma Gesù si chinò e si mise a scrivere col dito per terra. Tuttavia, poiché insistevano nell’interrogarlo, si alzò e disse loro: «Chi di voi è senza peccato, getti per primo la pietra contro di lei». E, chinatosi di nuovo, scriveva per terra. Quelli, udito ciò, se ne andarono uno per uno, cominciando dai più anziani. Lo lasciarono solo, e la donna era là in mezzo. Allora Gesù si alzò e le disse: «Donna, dove sono? Nessuno ti ha condannata?». Ed ella rispose: «Nessuno, Signore». E Gesù disse: «Neanch’io ti condanno; va’ e d’ora in poi non peccare più».

PREGHIAMO
Signore Gesù, i sassi lanciati verso gli altri fanno male: quando qualcuno mi giudica sto male. Tu non tiri sassi, scrivi sulla sabbia: il male per te è cancellabile, per noi invece va scolpito sulle pietre e lanciato.

COSTRUIAMO
- Ricevi la il pennarello e l’adesivo da colorare e da incollare al portapenne da decorare a piacere con l’aiuto del disegno.
- Ricordati di ascoltare il vangelo e di recitare la preghiera.
- Domenica ore 10.00 e ore 11.00 riceverai il prossimo pezzo.

Pin It
Click to listen highlighted text! Powered By GSpeech