{gspeech style=1 language=it autoplay=1 speechtimeout=0 registered=2

Comunità

catechesi2020Si terranno il lunedì e il giovedì alle ore 21.00 nella chiesa di Voltabrusegana, e il martedì e il venerdì alle ore 21.00 nella chiesa di Mandria. (Chi non potesse essere presente il lunedì può partecipare il martedì e viceversa; lo stesso vale per gli incontri del giovedì e del venerdì)

Vi porteranno un annuncio di speranza e delle testimonianze di fede.

26 e 27 ottobre                         Presentazione
29 e 30 ottobre                         Pastorale di Evangelizzazione. I segni della Fede
2 e 3 novembre                        Desacralizzazione, scristianizzazione, crisi di Fede
5 e 6 novembre                        La missione della Chiesa: sale, luce, lievito
9 e 10 novembre                      Chi è Dio per te?
12 e 13 novembre                    Chi sono io? Che senso ha la mia vita?
16 e 17 novembre                    Il kerygma. Prima parte
19 e 20 novembre                    Il kerygma. Seconda parte: Il kerygma nelle Scritture
23 e 24 novembre                    Il Sacramento della Penitenza: catechesi e questionario sulla Penitenza
26 e 27 novembre                    Celebrazione penitenziale
30 novembre e 1 dicembre      Esperienze della gente
3 e 4 dicembre                         Abramo
7 e 9 dicembre                         Esodo
10 e 11 dicembre                     Questionario sulla Parola
14 e 15 dicembre                     Celebrazione della Parola e consegna delle Bibbie

Pin It

Da lunedì 19 ottobre inizierà, nelle nostre comunità,la visita alle famiglie.

visitafamiglie2020La visita e benedizione delle case è sempre un momento importante e privilegiato perché permette da un lato di incontrare la realtà delle famiglie e dei luoghi di vita, e dall’altro di portare in essi la presenza benedicente del Signore.

Si tratta di un’azione di uscita e non di semplice chiamata a un incontro: è un moto di avvicinamento che nasce proprio dal desiderio di uscire da se stessi e dai propri ambienti per andare incontro all’altro: un gesto di estroversione.

Ringraziamo sacerdoti, religiosi e laici che si stanno impegnando per questo bel gesto: accoglieteli come persone amiche che sapranno ascoltarvi e come presenza di Dio che giunge a voi.

I missionari avranno come segno di riconoscimento una sciarpa rossa e una lettera credenziale firmata dal parroco che potete chiedere di esibire a vostra garanzia. Giungeranno a coppie nelle vostre abitazioni dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 19.00, preannunciati da un avviso colorato. Non sempre avranno il tempo di ripassare perché dovranno incontrare 2500 famiglie.

I missionari hanno ricevuto il mandato dal parroco e hanno la possibilità di impartire la benedizione secondo il consueto rito.

Vista la particolare situazione epidemiologica, se vi sentite più sicuri, i missionari possono fermarsi sull’uscio di casa e incontrarvi all’aperto.

Le offerte raccolte, quanto mai necessarie in questo periodo, aiuteranno a mantenere le opere parrocchiali.

Pin It

Giornatamissionaria2020In questo anno segnato dalle sofferenze e dalle sfide procurate dalla pandemia da Covid-19, questo cammino missionario di tutta la Chiesa prosegue alla luce della parola che troviamo nel racconto della vocazione del profeta Isaia: «Eccomi, manda me» (Is 6,8).

È la risposta sempre nuova alla domanda del Signore: «Chi manderò?» (ibid.). Questa chiamata proviene dal cuore di Dio, dalla sua mi-sericordia che interpella sia la Chiesa sia l’umanità nell’attuale crisi mondiale.

Il dolore e la morte ci fanno sperimentare la nostra fragilità umana; ma nello stesso tempo ci riconosciamo tutti partecipi di un forte desiderio di vita e di liberazione dal male.

In questo contesto, la chiamata alla missione, l’invito ad uscire da se stessi per amore di Dio e del prossimo, si presenta come opportunità di condivisione, di servizio, di intercessione.

La missione che Dio affida a ciascuno fa passare dall’io pauroso e chiuso all’io ritrovato e rinnovato dal dono di sé

(Dal messaggio del papa per la Giornata missionaria mondiale 2020)

 

DOMENICA 18 OTTOBRE,
Giornata missionaria mondiale,
davanti al patronato di Voltabrusegana troverete una
MOSTRA - MERCATINO
a sostegno delle missioni.
Pin It

caritafragilita2020 21L’esperienza della fragilità, della paura, della malattia ha condizionato i nostri percorsi di questi ultimi mesi e ha condizionato le nostre scelte: abbiamo sospeso e annullato tutto, perfino le celebrazioni della Pasqua, l’accompagnamento degli ammalati, la visita pastorale, la formazione dei più giovani, i funerali: tutto!

Quest’esperienza si è presentata come male, malattia, morte, lockdown ma, guidati dallo Spirito, l’abbiamo affrontata e abbiamo tentato di ricavarne il bene. Vincere il male con il bene è un’indicazione evangelica (cf. Rm 12,21), così come cercare di vedere il bene anche in mezzo al male: noi, cultori del bene per vocazione, ci siamo sentiti mandati in questa missione che però non è terminata, anzi.
Il cammino esistenziale che ha coinvolto tutti, bambini e anziani, uomini e donne, si è incontrato e si è alleato con molte delle riflessioni pastorali e teologiche che arricchivano il dibattito delle nostre comunità e della nostra Diocesi: esperienze e riflessioni si sono illuminate a vicenda.

Così, nell’impossibilità di muoverci, di convocarci in assemblea, abbiamo riscoperto il dono e la dignità del Battesimo e la sua grandezza: l’abilitazione alla preghiera a tu per tu con il Padre, la sacralità della nostra casa e della nostra vita, la missione e la testimonianza affidate ad ogni cristiano chiamato ad annunciare Gesù e il suo Vangelo, partendo dai propri figli.

L’angolo bello ha fatto pensare, ci ha arricchiti. Si è trattato del segno più indovinato di quella proposta che avevo presentato all’inizio dell’anno pastorale, quando invitavo a darci appuntamento attorno al fonte battesimale: il fonte battesimale è, per così dire, entrato nelle nostre case sorprendendoci e davvero tutti eravamo forti soltanto della certezza del Battesimo.

Sempre in obbedienza ai nostri difficili giorni e al nostro tempo (una volta si citava spesso l’espressione conciliare dei “segni dei tempi”), si impone un altro passo da compiere. Non nasce a tavolino – anche se tavoli di lavoro e di confronto ne ha attraversati tanti e da ciascuno ha raccolto un contributo -; nasce dall’urgenza di dare una risposta alle persone fragili, quelle che già sono in difficoltà e quelle che prevediamo cadranno vittime delle conseguenze del coronavirus sul piano economico e sociale. È un’urgenza che non possiamo non vedere.

 

Pin It



Sarà possibile seguire l'ordinazione in altro modo:

la diretta televisiva sul canale TELENORDEST (canale 19 del digitale terrestre), a partire dalle ore 18;

la diretta sul canale YouTube della Diocesi, con iniziale momento di preghiera, a partire dalle 17.40.
Pin It

Pin It

Pin It

Pin It
Click to listen highlighted text! Powered By GSpeech