{gspeech style=1 language=it autoplay=1 speechtimeout=0 registered=2

Caritas

Logo CaritasCaritas di Mandria

Presso il patronato di Mandria è attivo il Centro di Ascolto delle Povertà e delle Risorse, sportello Caritas destinato a chi si trovi in situazioni di difficoltà e bisogno: fornisce aiuto provvedendo generi alimentari (la cosiddetta “borsa spesa”), indumenti, sostegno economico (ad esempio pagamento di bollette), informazioni e contatti con i vari servizi di aiuto e sostegno presenti nel territorio del vicariato e del Comune.

Il Centro di Ascolto è dedicato anche a quanti vogliano donare indumenti usati in buono stato, generi alimentari a conservazione medio-lunga e prodotti per l’igiene personale: tutto destinato a chi versi in stato di bisogno.

Il Centro di Ascolto è aperto ogni martedì dalle ore 16.00 alle ore 18.00.

 

 

Caritas di San Martino

I volontari Caritas sono presenti presso il bar del Circolo San Martino il giovedì dalle 16.00 alle 18.30 (ogni due settimane). Durante il servizio vengono distribuite borse spesa a chi si trova nel bisogno e vengono accolte le richieste di aiuto anche per altre forme di necessità.

Al di fuori dell’orario di apertura del giovedì pomeriggio i volontari sono comunque sempre raggiungibili contattando don Lorenzo (340 7223749) o Giovanna (347 9567027). Gli stessi numeri telefonici sono a disposizione di chi volesse donare un po’ del proprio tempo mettendosi in gioco in prima persona nel servizio.

Gli alimenti distribuiti derivano dalla raccolta fatta in chiesa ogni terza domenica del mese grazie all’aiuto del Gruppo Sichem, e dal Banco alimentare.

L’accompagnamento offerto alle diverse forme di fragilità è reso possibile anche grazie a una consolidata rete di collaborazione con le altre Caritas parrocchiali del Vicariato del Bassanello e con il Centro di Ascolto Vicariale, aperto il mercoledì dalle 9.00 alle 11.30 presso il patronato di Don Bosco.

 

 

 

Altri riferimenti sul territorio

 

Centro di Ascolto del vicariato del Bassanello

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sportello di San Giovanni Bosco
Parrocchia di San Giovanni Bosco
Via Adria, 2 - Padova
Tel. 320 2287753

Attivo il mercoledì dalle 9.00 alle 11.30

 

Sportello di Santa Teresa
Parrocchia di Santa Teresa di Gesù Bambino
Via dei Salici, 34 - Padova

Attivo il giovedì dalle 17.00 alle 19.00

 

Caritas diocesana

www.caritas.diocesipadova.it

caritafragilita2020 21L’esperienza della fragilità, della paura, della malattia ha condizionato i nostri percorsi di questi ultimi mesi e ha condizionato le nostre scelte: abbiamo sospeso e annullato tutto, perfino le celebrazioni della Pasqua, l’accompagnamento degli ammalati, la visita pastorale, la formazione dei più giovani, i funerali: tutto!

Quest’esperienza si è presentata come male, malattia, morte, lockdown ma, guidati dallo Spirito, l’abbiamo affrontata e abbiamo tentato di ricavarne il bene. Vincere il male con il bene è un’indicazione evangelica (cf. Rm 12,21), così come cercare di vedere il bene anche in mezzo al male: noi, cultori del bene per vocazione, ci siamo sentiti mandati in questa missione che però non è terminata, anzi.
Il cammino esistenziale che ha coinvolto tutti, bambini e anziani, uomini e donne, si è incontrato e si è alleato con molte delle riflessioni pastorali e teologiche che arricchivano il dibattito delle nostre comunità e della nostra Diocesi: esperienze e riflessioni si sono illuminate a vicenda.

Così, nell’impossibilità di muoverci, di convocarci in assemblea, abbiamo riscoperto il dono e la dignità del Battesimo e la sua grandezza: l’abilitazione alla preghiera a tu per tu con il Padre, la sacralità della nostra casa e della nostra vita, la missione e la testimonianza affidate ad ogni cristiano chiamato ad annunciare Gesù e il suo Vangelo, partendo dai propri figli.

L’angolo bello ha fatto pensare, ci ha arricchiti. Si è trattato del segno più indovinato di quella proposta che avevo presentato all’inizio dell’anno pastorale, quando invitavo a darci appuntamento attorno al fonte battesimale: il fonte battesimale è, per così dire, entrato nelle nostre case sorprendendoci e davvero tutti eravamo forti soltanto della certezza del Battesimo.

Sempre in obbedienza ai nostri difficili giorni e al nostro tempo (una volta si citava spesso l’espressione conciliare dei “segni dei tempi”), si impone un altro passo da compiere. Non nasce a tavolino – anche se tavoli di lavoro e di confronto ne ha attraversati tanti e da ciascuno ha raccolto un contributo -; nasce dall’urgenza di dare una risposta alle persone fragili, quelle che già sono in difficoltà e quelle che prevediamo cadranno vittime delle conseguenze del coronavirus sul piano economico e sociale. È un’urgenza che non possiamo non vedere.

 

Pin It

Giornatamissionaria2020In questo anno segnato dalle sofferenze e dalle sfide procurate dalla pandemia da Covid-19, questo cammino missionario di tutta la Chiesa prosegue alla luce della parola che troviamo nel racconto della vocazione del profeta Isaia: «Eccomi, manda me» (Is 6,8).

È la risposta sempre nuova alla domanda del Signore: «Chi manderò?» (ibid.). Questa chiamata proviene dal cuore di Dio, dalla sua mi-sericordia che interpella sia la Chiesa sia l’umanità nell’attuale crisi mondiale.

Il dolore e la morte ci fanno sperimentare la nostra fragilità umana; ma nello stesso tempo ci riconosciamo tutti partecipi di un forte desiderio di vita e di liberazione dal male.

In questo contesto, la chiamata alla missione, l’invito ad uscire da se stessi per amore di Dio e del prossimo, si presenta come opportunità di condivisione, di servizio, di intercessione.

La missione che Dio affida a ciascuno fa passare dall’io pauroso e chiuso all’io ritrovato e rinnovato dal dono di sé

(Dal messaggio del papa per la Giornata missionaria mondiale 2020)

 

DOMENICA 18 OTTOBRE,
Giornata missionaria mondiale,
davanti al patronato di Voltabrusegana troverete una
MOSTRA - MERCATINO
a sostegno delle missioni.
Pin It
Click to listen highlighted text! Powered By GSpeech